Home » Resina

Resina

 - gb resine decorative

Con il termine resina si indica una gamma di materiali termoindurenti costituiti da polimeri di origine sintetica, appartenenti alla classe delle materie plastiche. Particolarmente diffuse nell'edilizia civile e nelle applicazioni decorative sono le resine epossidiche, le resine cementizie e le resine poliuretaniche. Il loro utilizzo in ambito edile risale agli anni ’50.

Le resine epossidiche sono polimeri termoindurenti, di solito con formulati bicomponenti (polimero più indurente): si possono avere resine autolivellanti, con effetto vetroso trasparente oppure colorato e con la possibilità di inglobare oggetti, oppure malte di resina miscelata con addensanti, per effetti materici o spatolati e applicazioni verticali. La resina epossidica è un materiale polivalente, ha proprietà organiche e meccaniche superiori ma è molto costosa. La resina cementizia (chiamata anche microcemento, ecocemento, cemento di luna ecc.) è un'emulsione di cemento, polimeri, fibre e inerti. La miscela con il cemento permette di ridurre i costi, pur mantenendo eccellenti qualità fisiche e meccaniche. Le resine poliuretaniche sono elastomeri termoplastici, con particolari doti di elasticità e di resistenza all'abrasione. Sono usati come rivestimenti (per esempio i pavimenti di ospedali) oppure per finiture protettive.

 

 

Proprietà

Proprietà - gb resine decorative

1) Proprietà meccaniche: coesione, durezza e resistenza alla pressione (calpestio)

2) Elevata capacità adesiva (intonaci, piastrelle, legno, marmo, metallo eccetera, non aderisce alla plastica)

3) Stabilità e durata nel tempo

4) Impermeabilità ai liquidi

5) Atossicità (ideale per uso civile-abitativo)

6) Messa in opera senza necessità di interventi di demolizione

7) Facilità di manutenzione e ripristino

Tecniche di posa e manutenzione

Tecniche di posa e manutenzione - gb resine decorative

 

I rivestimenti in resina sono messi in opera tramite un ciclo di posa articolato in fasi:

1) adeguata preparazione del sottofondo

2) stesura del primer aggrappante e dello strato intermedio (con eventuale utilizzo di reti o additivi in fibra di vetro)

3) posa e lavorazione dello strato decorativo superficiale con levigatura, sigillatura e finitura protettiva

A seconda dei diversi materiali, la temperatura ambientale non può essere inferiore a 10-15 gradi, i tempi di stagionatura vanno dai 3 agli 8 giorni, la calpestabilità è garantita in circa 24-48 ore dalla posa. Lo spessore del rivestimento è variabile a partire da 2-3 mm.

La manutenzione ordinaria prevede il lavaggio con detergenti all'acqua con Ph neutro.

Le resine epossidiche sono soggette ad un naturale processo di ingiallimento, tuttavia le resine attuali contengono additivi in grado di rendere tale processo pressoché impercettibile.

 

 

Certificazioni

Certificazioni - gb resine decorative

Utilizziamo soltanto prodotti professionali di alta gamma, esenti da solventi e assolutamente idonei all’utilizzo in campo civile, domestico e nel  settore alimentare in quanto godono delle certificazione CE per la reazione al fuoco, l'assenza di sostanze nocive e tossiche, e la resistenza alla compressione (le certificazioni sono dettagliate nella scheda tecnica di prodotto).